#bellezzaefelicità

Per me la Politica è sempre una grande passione, uno strumento nobile per costruire il bene comune. PER UNA POLITICA DELL'ATTENZIONE, DELLA COSTRUZIONE. DELL'ONESTA', DEL SERVIZIO.

Puglia: tutta la luce del mondo… negli Ori di Taranto (ad Expo dal 21 al 27 Agosto)

11826055_845804195505990_7111685236161174864_n

La Taranto magnogreca sbarca all'Expo di Milano, all'interno del padiglione Italia, dal 21 al 27 agosto. 

E quale biglietto da visita migliore, per raccontare la storia della città dei due mari e dei suoi duemila anni di vita, se non gli Ori di Taranto?

Il materiale selezionato per l’evento è composto da quattro reperti relativi ad una parure di una giovane fanciulla provenienti da una tomba rinvenuta nel 1912 nell’area dell’Arsenale militare, e da una corona funeraria a foglie di quercia.
Tutti i dettagli dell'iniziativa saranno resi noti dall'assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Gianni Liviano, che ha voluto fortemente la presenza degli Ori di Taranto all'Expo, nel corso di una conferenza stampa convocata a Taranto per venerdì 7 agosto, alle ore 11, nella sede del MarTa.

DETTAGLI 7 Agosto 2015
La Taranto magnogreca sbarca all’Expo di Milano, all’interno del Padiglione Italia, dal 21 al 27 agosto per raccontare la storia della città dei due mari e dei suoi 2000 anni di vita.

orics2

Gli «Ori di Taranto» esposti saranno in particolare quattro pezzi appartenenti al corredo funerario di una tomba di una giovane ragazza, l'uno e l'altra rinvenuti nel 1912 nel corso di scavi archeologici in un'area vicina all'Arsenale della Marina Militare di Taranto. Si tratta di due orecchini, di una corona funeraria a foglie di quercia e di una collana. L'operazione Expo è finanziata con fondi della Regione per la copertura assicurativa e il recupero di altre somme già stanziate per il progetto «I miti del Marta».  L'allestimento a Milano sarà a cura del Museo di Taranto. Un'impresa tarantina ha invece fornito la tecnologia «iBeacon» che consente, appoggiando il proprio smartphone al codice segnato sulla vetrina dove sono custoditi i monili, di apprendere tutte le notizie utili. (estratto Sole24ore)

Tutti i dettagli dell’iniziativa sono stati resi noti dall’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Gianni Liviano, durante la conferenza stampa tenutasi oggi, venerdì 7 agosto, a Taranto presso la sede del MarTa.

L’assessore Liviano ha voluto fortemente la presenza degli Ori di Taranto a Expo di Milano dichiarando, a margine della conferenza che “Portare gli Ori di Taranto a Expo è una testimonianza significativa di un impegno che la giunta sta portando avanti a favore di Taranto. I beni archeologici – ha aggiunto – devono essere strumento di economia del territorio. L’obiettivo di questa iniziativa – ha concluso – è quello di emozionare i visitati che andranno ad Expo e che saranno attratti dalle bellezze degli Ori di Taranto”.

La presenza degli Ori di Taranto costerà esattamente 600,00 euro grazie alla collaborazione di aziende del territorio che coprono speso di trasporto, vigilanza, sistema antincendio.

AGGIORNAMENTO 11 Agosto 2015
Anche il Teatro Crest e l'Orchestra della Magna Grecia all'Expo di Milano insieme agli Ori di Taranto

oripuzzleNon solo gli Ori. All'Expo di Milano la città dei due mari sarà protagonista con altre eccellenze del territorio. Il teatro Crest e l'Orchestra della Magna Grecia, infatti, saranno i testimonial della Taranto che sgomita per uscire dall'anonimato cui è stata relegata da un modello di sviluppo che nel medio termine si è rivelato fallimentare. 
"Noi vogliamo diversificare le prospettive di sviluppo e valorizzare l'industria del turismo e della cultura", esordisce l'assessore regionale Gianni Liviano. Un desiderio da tradurre in atti concreti "che vede la città non indifferente ma pronta ad essere interprete protagonista. 
Basta vedere sottolinea l'assessore regionale all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia lo slancio con il quale, alcuni imprenditori tarantini (Vis, Tema Group e Sabacom), prima, e i responsabili del teatro Crest e dell'Orchestra della Magna Grecia, dopo, hanno risposto al nostro appello. Esporre gli Ori di Taranto nel padiglione Italia, all'Expo di Milano, organizzare due spettacoli di spessore artistico e culturale risponde all'esigenze di far conoscere la Taranto del profumo delle ostriche, dei colori del sole, degli ipogei e delle chiese, del mare cristallino. Lo ripeto, mostrare cinque pezzi della collezione degli Ori di Taranto ha l'obiettivo di suscitare interesse ed emozioni e di far sì che nasca la curiosità nei visitatori di venire in Puglia, in generale, e nella nostra città, in particolare, per vedere il resto della collezione, scoprire la bellezza del MarTa e conoscere una realtà che non ha eguali nel mondo". 
Anche nel caso del teatro Crest e dell'Orchestra della Magna Grecia, la partecipazione delle due importanti istituzioni culturali tarantine sarà a titolo gratuito. La Regione Puglia sosterrà esclusivamente le spese per la trasferta milanese. "Ritengo che questa conclude l'assessore Liviano sia un'occasione da cogliere per avere ricadute positive a livello nazionale e internazionale in un futuro prossimo e, perché no, una maggiore considerazione da parte del governo non necessariamente ancorata alla monocultura industriale e alla sua salvaguardia". 
Gli Ori di Taranto saranno esposti, e potranno essere visitati, nel padiglione Italia dal 21 al 27 agosto. 

qui informazioni 

SOLE24ORE
QuotidianoDiPuglia
GazzettaDelMezzogiorno
CorriereDelMezzogiorno

Category: articoli

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.