Teleperformance, Liviano: “E’ inaccettabile la vendita della sede di Taranto”

Teleperformance, Liviano: “E’ inaccettabile la vendita della sede di Taranto”

Nella riunione di oggi, mercoledì 6 maggio, Teleperformance ha mosso un nuovo attacco ai livelli occupazionali della sede di Taranto "annunciando, di fatto, la volontà di vendere l'azienda tarantina. Una decisione che non possiamo né vogliamo accettare", commenta con vigore Gianni Liviano, candidato e capolista alle Regionali nella lista Emiliano sindaco di Puglia.
La decisione del management di Teleperformance "di voler societarizzare le sedi di Taranto e di Roma non può e non deve passare, ancora una volta, sulla testa del territorio, dei lavoratori e dei sindacati. Societarizzare – spiega Gianni Liviano – equivale a portare fuori dalla multinazionale la sede e i lavoratori ionici, vendendo di fatto la sede tarantina ad un nuovo acquirente con tutti i rischi connessi ad un'operazione del genere. Rischi, quali demansionamento, tutele occupazionali attenuate anche in forza di quanto previsto dal Jobs Act. Il sospetto – aggiunge il capolista di Emiliano sindaco di Puglia – è che si voglia mettere sul piatto della bilancia la richiesta di proroga dei precedenti accordi e chiedere ai sindacati di sottoscrivere quello sulle 20 ore. Non si può continuare a barattare il futuro occupazionale dei lavoratori tarantini, ma anche di quelli romani, con mere logiche di profitto. Per questo – conclude Liviano – siamo affianco ai lavoratori e ai loro rappresentanti sindacali e rispediamo al mittente la proposta di societarizzazione".
Riscontri su testate web :
Seguici sui nostri canali social:
No Comments

Post A Comment

Goditi il nostro sito. Se puoi diffondere la parola :)

Caricando...