#bellezzaefelicità

Per me la Politica è sempre una grande passione, uno strumento nobile per costruire il bene comune. PER UNA POLITICA DELL'ATTENZIONE, DELLA COSTRUZIONE. DELL'ONESTA', DEL SERVIZIO.

È vero che nel Paese è in atto un processo di riorganizzazione dei corsi di laurea ma è fuori dal mondo ipotizzare la chiusura a Taranto del corso di laurea in Beni culturali. Soprattutto perché non si può ignorare una specificità tutta tarantina".

Gianni Liviano va giù senza mezzi termini. Il capolista della Lista Emiliano alle elezioni Regionali del prossimo 31 maggio non  può non ascoltare il grido di allarme che si sta alzando in città tra studenti e addetti ai lavori. Del resto, fa notare Liviano, Taranto è sede di un importante museo archeologico qual è il MarTa che può tranquillamente fare da raccordo con il corso di laurea medesimo.

"Certo, l'obiezione più facile che si possa fare – aggiunge Gianni Liviano – è che a Taranto c'è un numero limitato di iscritti. Allora, anziché tagliare il corso andrebbero potenziate tutte le strutture di supporto.  La città chiede a gran voce un'offerta culturale la più ampia possibile ed è stanca di vedersi sottrarre ogni giorno pezzi importanti della sua economia. Penso – aggiunge Liviano – a quanto sta accadendo con il porto di Taranto. Alla non inclusione nel Def tra le grandi opere dei finanziamenti per il porto ionico a cui ha fatto seguito la comunicazione ufficiale di Evergreen di spostare nel porto di Bari, destinazione Pireo, ma la movimentazione dei container. La situazione – conclude Liviano – è critica. Non possiamo permetterci di perdere ulteriore tempo". Taranto-veduta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.