#bellezzaefelicità

Per me la Politica è sempre una grande passione, uno strumento nobile per costruire il bene comune. PER UNA POLITICA DELL'ATTENZIONE, DELLA COSTRUZIONE. DELL'ONESTA', DEL SERVIZIO.

bdt regolamento

REGOLAMENTO

 Banca del tempo “TEMPO DEL FARE

PREMESSA

La Banca del Tempo è un’esperienza comunitaria che si prefigge l’obiettivo di promuovere uno scambio di tempo paritario tra soggetti che si riconoscono come portatori di bisogni e di risorse. Lo scopo è quello di migliorare la qualità della vita attraverso lo scambio di servizi nella vita quotidiana.

  1. 1.    ISTITUZIONE E SCOPO

1.1.         E’ istituita la Banca del Tempo, denominata “TEMPO DEL FARE“ (di seguito: Banca) per stimolare e coordinare lo scambio di tempo tra persone residenti, domiciliate o con fissa dimora nel territorio del Comune di Taranto, secondo le loro necessità ed interessi, senza alcuna intermediazione di carattere monetario.

1.2.         La Banca non ha scopo di lucro ed è un servizio che offre ai cittadini al fine di attivare una rete di solidarietà, nell’ottica del più ampio recupero e della valorizzazione dei tempi di vita e delle relazioni umane.

  1. ATTIVITÀ’ OGGETTO DI SCAMBIO

2.1.         Sono oggetto di scambio tutte le attività riferibili ai rapporti di buon vicinato che non abbiano le caratteristiche dei rapporti di lavoro autonomo e subordinato. Pertanto le attività oggetto di scambio, dovranno mantenere una frequenza occasionale ed essere rese sottoforma di aiuti, consigli, saperi, supporti, abilità, competenze etc, in maniera gratuita, volontaria, per il raggiungimento del benessere reciproco.

2.2.         Gli interventi saranno scambiati tenendo conto della disponibilità di ognuno. Si esclude qualsiasi scambio di denaro tra gli utenti, tranne che per i rimborsi di materiali eventualmente utilizzati   e spese sostenute che dovranno essere documentate e preventivamente concordate tra chi offre e chi riceve il servizio.

2.3.         Gli scambi scaturiscono dalle necessità del singolo partecipante. L’interessato a ricevere un servizio prende contatto con la segreteria della Banca esprimendo la sua necessità. Sarà la segreteria stessa a contattare gli offerenti per facilitare lo scambio.

2.4.         L’unità di quantificazione è caratterizzata dal tempo impiegato nello scambio, calcolato in ora e mezz’ora.

2.5.   Le prestazioni sono regolate da un carnet di assegni che riportano l’indicazione della natura delle prestazioni e del tempo impiegato per eseguirle. Chi offre la prestazione, al termine della stessa riceverà un assegno-tempo firmato da chi l’ha ricevuta. Gli assegni-tempo ricevuti dovranno essere consegnati entro 15 (quindici) giorni alla segreteria della Banca che provvederà periodicamente a conteggiare l’estratto conto di ogni aderente.

2.6.   Le ore impiegate per il funzionamento della Banca vengono registrate a credito dei soci della Banca che si renderanno disponibili ad effettuarle. I rapporti di credito e debito di ogni singolo partecipante sono attuati unicamente attraverso la Banca e non direttamente tra gli aderenti. Non vi è garanzia sulla qualità dei servizi (o beni) scambiati solo per il fatto che avvengano all’interno della Banca e pertanto, non si può avere la pretesa di ricevere una prestazione professionale, in quanto si tratta di uno scambio reciproco di aiuti tra persone che hanno compreso ed interiorizzato lo spirito e le finalità dell’esperienza in atto. Pur tuttavia, eventuali attività prestate in maniera inadeguata devono essere segnalate per iscritto al Presidente della Banca che potrà, se necessario, proporre l’esclusione del prestatore al Consiglio Direttivo. In tal caso,  lo stesso Consiglio si pronuncerà in merito, ma sarà  l’Assemblea che ne ratificherà l’esclusione. Analoga procedura si adotterà qualora un socio non ottemperi alle disposizioni dello Statuto, del presente ed eventuali altri regolamenti e alle deliberazioni legalmente adottate dagli organi dell’Associazione;

2.7.   Il socio rinuncia espressamente a rivalersi nei confronti della Banca per eventuali danni subiti in relazione agli scambi effettuati.

  1. STRUMENTI OPERATIVI DELLA BANCA DEL TEMPO

3.1.  La Banca per il suo funzionamento  si avvale di alcuni strumenti che sono:

–        Elenco delle prestazioni offerte che riporta le disponibilità di ogni aderente.

–        Elenco delle prestazioni richieste che registra le necessità di ogni aderente.

–        Elenco  degli  aderenti,  con  nomi  cognomi,  indirizzi e numeri  telefonici.

–        Registro dei Libretti degli assegni in dotazione agli aderenti della Banca per documentare le attività, il tempo impiegato ed i partecipanti coinvolti nello scambio.

–       Estratto conto periodico che riporta la contabilità degli scambi effettuati.
Periodicamente, almeno una volta l’anno, la Banca invia agli utenti il riepilogo del conto segnalando gli eventuali casi di eccedenza in dare o in avere.

Il funzionamento della Banca è garantito dal Presidente, cui spetta il compito di gestire e coordinare tutte le attività della banca e dai componenti del Consiglio Direttivo.

3.2.   II funzionamento della banca è reso anche possibile da un fondo ore a disposizione degli utenti. Il fondo è costituito da 3 ore che ciascun aderente è tenuto a versare al momento della iscrizione e successivamente una volta all’anno, e viene incrementato secondo modalità appresso indicate.

Il Fondo Ore rappresenta un “Capitale Sociale” che potrà essere utilizzato per:

–     coprire le ore impiegate da coloro che contribuiscono al funzionamento della Banca;

–     destinazioni esterne alle attività della Banca, quali partecipazione a manifestazioni organizzate da associazioni, Onlus etc.

Il Fondo Ore si incrementa non solo con le tre ore di debito iniziale, ma anche nei casi in cui un servizio è prestato contemporaneamente a più persone (es. lezioni di gruppo). In questi casi, a fronte di un’ora erogata, si considera un’ora di debito per ciascuno dei riceventi. Al prestatore d’opera sarà accreditata un’ora sola mentre le rimanenti saranno destinate al fondo ore della Banca.

  1. MODALITÀ DI ADESIONE ALLA BANCA DEL TEMPO

4.1.   L’iscrizione, libera e volontaria, avviene presso la segreteria della Banca, unitamente alla compilazione dei moduli di offerta/richiesta di attività ed alla consegna di n.1 (una) foto – tessera.

L’iscrizione è considerata perfezionata solo dopo l’esame e l’accettazione della richiesta di adesione da parte del Consiglio Direttivo. E’ facoltà dello stesso Consiglio non accettare le richieste di adesione, con atto motivato (a seguito dell’esito del colloquio conoscitivo di seguito indicato) comunicato direttamente all’interessato, entro il termine di gg. 30 dalla richiesta presentata.

4.2.  Chi intende iscriversi deve:

–     essere maggiorenne;

–     sottoscrivere il modulo di iscrizione;

–     presentare documento valido di riconoscimento;

–     essere eventualmente presentato da un socio attivo della Banca;

–     sostenere un colloquio conoscitivo, effettuato dal Presidente, o da un suo delegato, al fine di verificare le motivazioni.

Una volta accettata l’iscrizione, al massimo entro 15 giorni dal colloquio conoscitivo, il richiedente dovrà versare la quota annuale, il cui ammontare è stabilito dall’assemblea in sede di  approvazione di bilancio. Inoltre, dovrà versare alla Banca, all’atto dell’iscrizione e successivamente ogni anno, un assegno di 3 ore, che andranno a costituire ed incrementare il Fondo Ore.

4.3.  Alla banca possono aderire anche Associazioni, Enti, soggetti collettivi.

4.4.  Al momento dell’accettazione, viene consegnato all’utente:

  1. un libretto di assegni della Banca riportante il numero del conto;
  2. il tesserino di riconoscimento con copia del presente regolamento;
  3. l’elenco delle attività oggetto di scambio;
  4. OBBLIGHI DEGLI ADERENTI

5.1.  Gli aderenti alla Banca  sono tenuti:

  1. al rispetto delle norme contenute nel presente regolamento;
  2. a rendere le prestazioni ricevute entro l’anno solare;
  3. a comunicare al Presidente della banca, tramite la segreteria, ogni variazione anagrafica e/o relativa all’offerta/richiesta di attività oggetto di scambio. Gli aderenti possono essere esclusi per inosservanza di quanto indicato ai punti a. o b., o per altri comportamenti contrastanti con lo spirito solidaristico della Banca. L’esclusione viene comunicata all’interessato dal Presidente della banca.

5.2.   Ogni aderente può raggiungere un tetto massimo di debito e di credito di 20 ore, salvo situazioni e condizioni particolari, che verranno valutate di volta in volta. Colui che supera il tetto di debito/credito stabilito viene temporaneamente sospeso dal ricevere o prestare servizi, se entro tre mesi, non riporta sotto le 15 ore l’equilibrio tra debito e credito.

Chi supera le 20 ore a credito può rientrare chiedendo servizi o donando le ore in eccesso al Fondo Ore della Banca.

5.3.         Colui o colei che in un anno non scambia, a debito o a credito, almeno sei ore viene escluso/a dalla Banca tramite comunicazione a firma del Presidente della banca. Chi viene escluso per mancanza di scambi, può chiedere di rientrare impegnandosi ad effettuare almeno un’ora di scambio nel primo mese di riammissione.

5.4.   Chi decidesse di non rinnovare l’iscrizione alla Banca è tenuto a restituire il libretto degli assegni e la tessera, ed è pregato di bilanciare i propri conti.

5.5.         Viene inoltre richiesto agli aderenti una disponibilità ad incontrarsi in date opportunamente stabilite dal Presidente della banca (che può incaricare un suo delegato a presenziare all’incontro) per garantire un efficace sistema di scambio e per offrire la possibilità di conoscersi.

  1. ASSICURAZIONE E RESPONSABILITÀ

6.1.   L’intera attività prevista della banca è coperta da una polizza assicurativa contro i danni alle persone o alle cose.

6.2.   Chiunque subisca un danno nell’ambito dell’attività della Banca del Tempo deve darne comunicazione al Presidente della Banca tramite la segreteria e compilare l’apposita denuncia entro il termine di 3 (tre) giorni indicato nella polizza di assicurazione.

6.3.   La Banca non risponde dei danni causati dall’attività posta in essere in violazione del presente regolamento.

6.4.   L’accettazione del presente regolamento solleva la Banca da ogni responsabilità relativa ai danni provocati dagli aderenti alla Banca del Tempo durante lo scambio dei servizi, tra quelli previsti.

6.5.   L’organo decisionale della Banca del tempo sarà l’Assemblea, costituita da tutti gli   associati.

6.6.   Le modifiche al regolamento ed ogni decisione riguardanteLa Banca del Tempo ed i suoi iscritti saranno prese, previa proposta e successiva discussione, durante la riunione periodica da parte dell’Assemblea dei soci.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.